string(30) "https://www.baiologi.net/?page" 2:25 am, prima sveglia della stagione.

Accedi con Facebook

News

2:25 am, prima sveglia della stagione.

Sveglia impostata, e finalmente si ricomincia a fare sul serio, veri cronometraggi, veri assetti e giù le carte.

Due eterne settimane dalla fine dei test infarcite da dichiarazioni, proposte e novità imposte.

Le dichiarazioni dello staff Mercedes:

Da più pulpiti della stella a tre punte sono giunte a noi poveri gonzi dichiarazioni lusinghiere nei confronti della Ferrari, tanto lusinghiere da assomigliare incredibilmente a delle prese per i fondelli.
Da un Toto Wolf che ha parlato di una Ferrari come la monoposto da battere ad un Lauda che che valuta la Ferrari dietro di un paio di decimi, ad un Rosberg che vede la Ferrari vicinissima.

Se la verità fosse nel mezzo, sarei già molto contento, trovarsi ad un paio di decimi ad inizio stagione può voler dire un mondiale aperto fino all'ultima gara conteso da 2 team e forse 4 piloti.

Le dichiarazioni dello staff Ferrari:

In Ferrari passiamo dal più esaltato dei tifosi (il presidente) che prevede una doppietta a Melbourne, al più pragmatico Vettel che con lo sguardo rivolto a novembre 2016 smorza le attese di Melbourne.

L'obbiettivo finale del team resta quello, giocarsi il mondiale.

Le dichiarazioni degli altri:

Il patron della RedBull è tornato a minacciare di abbandonare la Formula 1.

Ron Dennis ha fatto outing e ha chiamato la McLaren fuori dai giochi mondiali.

Pare che a qualcuno in ambito McLaren sia tornato il mal di pancia.

Il buon Felipe si vede in lotta per l'iride, in fin dei conti non ci sarebbe il mondiale senza l'ottimistica esternazione di Massa.

Tante altre ce ne sarebbero ancora, ma queste sono quelle che mi son venute di getto.


Le ultime novità del mondiale che sta per cominciare:

Rimanendo in tema di mal di pancia, le nuove qualifiche!
Mi rifiuto di ricostruire il teatrino da "terra dei cachi" nuove qualifiche sì, nuove qualifiche no, nuove qualifiche ni... alla fine tra posticipi, problemi di software e voci contrarie dallo Strategy Group, si parte a Melbourne con le qualifiche ad eliminazione in perfetto stile sala giochi.
La parte più divertente è stata scoprire il motivo per cui lo Strategy Group che necessita l'unanimità in realtà non fosse unanime, hanno scelto il male minore, la proposta di Ecclestone prevedeva che chi avesse fatto la pole venisse arretrato in decima posizione e così via per l'intera top ten.
Peccato avremmo potuto assistere alle Q3 più lente del Mondo...chiamate la neuro per favore.

In teoria, questo format creerà spettacolo, in pratica è tutto da verificare.

La cosa che francamente mi lascia perplesso è che in condizioni di dominio, queste qualifiche non fanno altro che aumentare il divario tra il leader e gli inseguitori, mi spiego, chi insegue, insegue perchè deve combattere con compromessi di assetto e pecche di affidabilità, tutte cose che possono farti perdere tempo, che da quest'anno possono comportare l'eliminazione già in Q1.

Per non parlare del fattore fortuna, basta una bandiera gialla per rovinarti l'intero GP, "Formula Gambling 1 TM".

La nuova partenza:
sempre nel tentativo di ravvivare le gare, è stata modificata ulteriormente la procedura di partenza, non più 2 leve per la frizione ma solo 1.

Insomma per incrementare lo spettacolo solo palliativi su palliativi, mai niente di concreto e ponderato, solo artifici e nulla più.

Strategia gomme:
Mi stavo scordando delle gomme, dunque, per farla breve, Pirelli ha introdotto la Ultra Soft Purple, una gomma che a fatica dura 3 settori (sarò curioso di vederla in azione con le nuove Q3) e da quest'anno porterà 3 mescole a GP (solo per l'asciutto, in condizioni di bagnato tutto invariato) di queste 3 mescole i team dovranno dichiarare e richiedere pilota per pilota quanti treni avere di ciascuna mescola. Inoltre Pirelli imporrà 2 set di gomme (anche di mescole differenti) che dovranno essere disponibili in gara e almeno 1 di questi 2 set dovrà essere utilizzato.

Il tutto per rendere le strategie più variabili, sempre con regolamenti astrusi e cervellotici, e con la possibilità di mettere dei paletti e vanificare ogni possibilità di variare la strategia.

Pe esempio, prendiamo il caso dell'anno passato, la Ferrari avrebbe preferito correre "l'intero" mondiale con le Soft, ma in gara c'era l'obbligo di montare le 2 mescole.
Quest'anno, poniamo il caso della stessa situazione, la Ferrari predilige le Soft ma la Pirelli battezza 2 set di Medie da avere a disposizione in gara, ecco che la Ferrari si ritroverà esattamente nella stessa situazione dell'anno passato. 

Questo è un esempio e a Melbourne non si verificherà, ma la possibilità che si verifiche questa situazione a livello regolamentare esiste, non sarebbe stato meglio da regolamento imporre la scelta di 2 set da 2 mescole differenti?

E non sarebbe stato ancora meglio abolire l'obbligo di partire con le gomme utilizzate in Q3 e abolire l'obbligo di montare entrambe le mescole in gara?

HALO:
Questa è l'innovazione in ambito della sicurezza che pare sarà approvata per il 2017, ha provato il suo la Ferrari agli ultimi test ed ha sollevato pareri molto contrastanti tra i tifosi e tra i piloti.



Per quel che mi riguarda, è brutto e non so quanto possa essere efficace, pensando alla molla di Massa, comunque non sono estremista in queste cose, se ai piloti non crea nessun problema di visibilità, se lo vogliono che lo usino pure, se HALO fosse l'unico problema di questa F1, io ci metterei la firma.

Novità di ieri, la nuova livrea della Renault:


Mi auguro che questo colore sia dovuto all'illuminazione del locale...non mi piace per niente.



Ci rileggiamo (spero) dopo le libere.

Saluti

Commenti


Accedi per commentare